EXPO 2020: VALORIZZARE LE POTENZIALITÀ DELL’IDROGENO VERDE

Nel percorso verso un futuro più sostenibile, il primo impianto di questo tipo nella regione mostrerà l’enorme potenziale dell’idrogeno verde in qualità di fonte di energia priva di emissioni di anidride carbonica. L’impianto di elettrolisi a idrogeno a energia solare è stato creato grazie alla collaborazione tra Expo 2020 Dubai, DEWA e Siemens. Expo 2020 si è impegnata ad accogliere una delle esposizioni mondiali in assoluto più sostenibili della storia e questo innovativo progetto sviluppa il tema “Connecting Minds, Creating the Future” (Connettere le menti, creare il futuro), nonché al suo sottotema della sostenibilità. Nel corso dell’Expo 2020, l’idrogeno verde generato dalla struttura fornirà energia ai veicoli a celle di combustione per percorrere i 50 chilometri di distanza tra il sito dell’Expo 2020 e il Mohammed bin Rashid Al Maktoum Solar Park, dimostrando in questo modo uno dei numerosi possibili utilizzi di questa fonte di energia verde. Questo tipo di tecnologie all’avanguardia e sostenibili sarà presentato a un pubblico globale di milioni di persone nel corso dei sei mesi dell’Expo 2020, contribuendo alla costruzione di un futuro più ecologico e più sostenibile. Nel lungo termine, la struttura arricchirà il significativo e duraturo patrimonio ambientale dell’Expo 2020 per gli Emirati Arabi Uniti, per tutta la regione e per il mondo intero. Inoltre, esso contribuirà alla realizzazione della strategia Dubai Clean Energy 2050, il cui obiettivo è quello di fornire il 75 per cento della produzione totale di energia elettrica di Dubai utilizzando fonti di energia pulita entro il 2050, rendendola la città con le più basse emissioni di anidride carbonica del mondo.