COSTRUIRE IL FUTURO: IL TALENTO DEGLI STUDENTI DIETRO A NOVE PADIGLIONI DI EXPO 2020

Non bisogna per forza essere un designer di fama mondiale o una superstar dell’architettura per creare un’esperienza capace di coinvolgere e ispirare milioni di persone in occasione del “più grande spettacolo del mondo”. A riprova che, di fronte a un’opportunità stimolante, chiunque può dimostrare capacità di innovazione e creatività, nove Paesi hanno svelato che i propri padiglioni di Expo 2020 Dubai sono stati ideati da giovani studenti. I giovani sono gli innovatori e i leader di pensiero del futuro: per questo coinvolgerli, ampliare i loro orizzonti e dar loro la possibilità di contribuire a costruire un futuro migliore per tutti, è un obiettivo primario per Expo 2020 Dubai e per la sua eredità. Gruppi di studenti provenienti da nove Paesi hanno effettuato ricerche sulla storia della propria nazione, sulle priorità e sulle sfide dello sviluppo nazionale per progettare i loro padiglioni, prima di collaborare con Expo 2020 per dar loro vita. Dal laboratorio futuristico del Padiglione di San Marino, in cui i visitatori potranno prendere parte alla costruzione del futuro del Paese, alla possibilità di conoscere il Malawi grazie alla storia di un bambino, ogni Paese offre approfondimenti unici e d’impatto sulla propria nazione, cultura e sul proprio progresso. La vasta gamma di percorsi di studio degli studenti partecipanti, da arte e design, a economia, tecnologia e sostenibilità, si riflette nella varietà dei progetti ed esperienze dei padiglioni, consolidando la missione primaria di Expo 2020 Dubai di “Collegare le menti, creare il futuro”.