Sistema Italia e Ice insieme per Expo 2020

A poco meno di un anno dall'Esposizione Universale di Dubai l'iniziativa "One year to go: il sistema d'impresa a Expo 2020", organizzata a Roma dall'Agenzia Ice, ha fatto il punto sull'impatto economico del mega evento internazionale e sulle prospettive offerte dal mercato degli Emirati Arabi Uniti. Un'analisi che ha a cuore soprattutto eventuali ricadute e opportunità per le PMI. La collaborazione tra il Sistema Italia e l'Agenzia Ice si pone "l'obiettivo di rafforzare l'immagine dell'Italia e il suo sistema imprenditoriale per l'intero territorio, anche per il Mezzogiorno e di fornire supporto alle imprese perchè l'evento possa favorire una penetrazione commerciale nella regione MENASA (Medio Oriente, Nord Africa e Asia del Sud)", ha dichiarato Carlo Ferro, Presidente dell'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane Ice, nel suo intervento di apertura. "Il Sistema Italia è impegnato ad accompagnare le imprese" verso l'esposizione universale, "e l'Ice è partner nell'organizzazione dell'evento", ha concluso Ferro. "One year to go è un momento di evoluzione dell'Ice che vuole essere vicina al territorio per servire le imprese". Expo 2020 Dubai sarà "una vetrina mondiale per il nostro Paese, dove le imprese potranno mostrare il meglio delle loro idee ispirate al tema dell'esposizione universale 'Connecting Minds, Creating the Future' (Collegare le menti, creare il futuro)" ha detto il Sottosegretario al Ministero degli Esteri, Manlio Di Stefano, all'incontro. "Il nostro Sistema d'impresa vede nell'anno che ci accompagna a Expo 2020 un passaggio di maggiore rafforzamento delle relazioni, ma che vede una programmazione 'pre' e 'post' evento che forse è anche più importante dell'evento in sè, in quanto occasione per stringere legami che possono creare grandi opportunità", ha rilanciato. Expo Dubai 2020 "è tra le prime sfide che vede la Farnesina e l'Ice protagoniste per promuovere al meglio gli interessi delle nostre imprese sui mercati che presentato maggiori potenzialità". In vista di Expo 2020 Dubai le imprese italiane saranno chiamate a sviluppare relazioni e a generare quel valore aggiunto che sarà trasmesso nel corso dei sei mesi di esposizione universale. Obiettivo principale dell’Italia sarà attrarre investimenti verso le aziende innovative. Expo 2020 sara’ "un'opportunità di promozione del 'Made in Italy' verso quei mercati che saranno di maggiore crescita nei prossimi 10 anni, strategici per le nostre esportazioni, e anche di attrazione di investimenti verso le nostre piccole e medie imprese innovative" ha spiegato Paolo Glisenti, Commissario per l’Italia di Expo Dubai, sottolineando come questo sia "l'obiettivo strategico più rilevante". L'incontro è stato anche l'occasione per presentare le principali caratteristiche del Padiglione Italia, con il quale  si cercherà di portare, negli eventi e anche nella struttura stessa, "il modello italiano olistico di 'value proposition' dell'impresa italiana -ha detto Paolo Glisenti- Dobbiamo fare un'operazione di marketing relazionale, non espositiva, rappresentativa di questo modello". Ecco perchè per ilo Commissario Glisenti a contare saranno soprattutto elementi narrativi ed esperienziali, soprattutto perchè l'80% del pubblico sarà rappresentato da millennial, tra i 25 e 40 anni, ai quali occorre rivolgersi con un linguaggio che esprima la competenza e la creatività italiana in modo completamente diverso dal passato. Presente anche il Direttore dell’Ufficio Ice di Dubai, Gianpaolo Bruno, che ha illustrato le azioni a supporto delle imprese italiane in prospettiva Expo 2020.