L’Emilia Romagna e Expo 2020

L’Emilia Romagna ha fatto da apripista per tutte le altre regioni italiane organizzando una visita ufficiale negli Emirati Arabi Uniti in vista dell’Expo 2020. Una missione istituzionale che si è svolta dal 20 al 25 ottobre 2018. In linea con un modello di coinvolgimento ampio del territorio già sperimentato per Expo 2015 di Milano, al fianco dei rappresentanti regionali erano presenti associazioni di categoria, associazioni imprenditoriali regionali, Università, sistema fieristico, consorzi export, consorzi produttori e di tutela dei prodotti agro-alimentari. Una delegazione composita che puntava a stabilire contatti, intessere rapporti e porre le basi per una collaborazione concreta con il Comitato organizzatore di Expo 2020 di Dubai. Un’iniziativa realizzata in accordo con l’Ambasciata d’Italia negli EAU, il Consolato Generale Italiano e l’ICE di Dubai. Alla visita ufficiale negli Emirati Arabi Uniti hanno partecipato l’Assessore regionale alle Attività Produttive, Palma Costi, e l’Assessore regionale all’Agricoltura, Simona Caselli. Importanti anche gli incontri B2B organizzati tra 8 imprese regionali selezionate tramite evidenza pubblica e decine di imprese emiratine legate al procurement di Expo 2020. Obiettivo dell’Emilia Romagna: far conoscere le proprie eccellenze nell’ambito dell’innovazione, privilegiando settori quali Intelligenza Artificiale e Big Data, coinvolgendo le imprese e il sistema della ricerca, con la strategia dichiarata di sviluppare l’export regionale nell’area del Medio Oriente e del Sud Est Asiatico. L’iniziativa ha rappresentato anche un’opportunità per rafforzare il posizionamento dei prodotti enogastronomici emiliano-romagnoli di qualità (Dop e Igp) nell’area del Golfo.