Expo 2020, Leonardo e il Padiglione Italia

Expo 2020 e l’Italia sono state protagoniste al Dubai Airshow, fiera dell’aviazione e dell’industria aerospaziale in corso a Dubai fino al 21 novembre. Il Padiglione Italia ha infatti ufficializzato la sponsorizzazione di Leonardo che, nei sei mesi dell'Esposizione Universale, permetterà ai visitatori di approfondire temi legati ad innovazione e sostenibilità applicati al settore aerospaziale. L’annuncio è stato dato dal Commissario generale per l'Italia ad Expo 2020 Dubai, Paolo Glisenti, e dall’Amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo, che hanno presentato la sponsorizzazione del padiglione italiano alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti, Nicola Lener, nel corso di una conferenza stampa, svoltasi a margine del Dubai Airshow 2019. "Sono lieto che Leonardo abbia deciso di collaborare con l'Italia ad Expo 2020 Dubai dato che le ricadute dell'Aerospace and Space Economy, nella quale Leonardo ha una posizione competitiva a livello internazionale, sono parte integrante del nostro progetto che si basa su sostenibilità, wellness e sicurezza per tutti", ha detto Glisenti. "La Bellezza unisce le Persone” è il motto che ispira il Padiglione Italia ad Expo 2020 e punta a dimostrare come le tecnologie connesse alla creatività possano generare un futuro migliore. Glisenti ha anche sottolineato come questo avvenga “collegando le scoperte spaziali all'osservazione della Terra e dei mari, la mobilità sicura e veloce alla gestione delle crisi e allo sviluppo sostenibile". Anche l’Ad di Leonardo ha sottolineato l’importanza dell’expertise italiana. "Siamo orgogliosi di partecipare al Padiglione dell'Italia a Expo 2020 Dubai e di contribuire alla valorizzazione dell'eccellenza del nostro Paese che è esso stesso un mix unico di creatività e tecnologia", ha dichiarato Profumo. "L'attitudine verso la trasversalità della conoscenza è da sempre un elemento che ci caratterizza e che ci lega idealmente a Leonardo da Vinci, la versatile mente del Rinascimento che ci ha ispirato per la scelta del nostro nome", ha aggiunto l’Ad di Leonardo, spiegando che "nel Padiglione Italia porteremo alcune delle più importanti innovazioni tecnologiche della nostra azienda, con l'obiettivo di mostrare il nostro significativo contributo al progresso e allo sviluppo delle comunità nelle quali operiamo". Molte le novità che Leonardo presenterà al Padiglione. Tra tutte spiccano le tecnologie e i prodotti che rappresentano le nuove frontiere dell'industria aeronautica. Non mancheranno gli innovativi velivoli con e senza pilota, e i sistemi aeronautici integrati, con il rivoluzionario convertiplano AW609, interamente progettato e realizzato dall’azienda italiana. La partecipazione di Leonardo permetterà anche di mostrare l’expertise italiana nell'esplorazione dello spazio e nei sistemi di monitoraggio di terra e acque. Riflettori puntati anche sull'orologio atomico che scandisce il tempo attraverso la frequenza di risonanza di un atomo. A queste tecnologie d’avanguardia si aggiungerà anche la trivella della missione ExoMars2020 che cercherà segni di vita su Marte.

La presenza di Leonardo ha anche l’obiettivo di allargare il più possibile l'esperienza partecipativa, puntando soprattutto ad un ampio coinvolgimento di giovani che si prevede parteciperanno numerosi all'Esposizione Universale, con un’offerta anche di tipo formativo.