EXPO 2020 E IL RICICLO DEI RIFIUTI

Una gigantesca operazione di pulizia è in corso di pianificazione per eliminare le quasi 200 tonnellate di rifiuti che verranno prodotte ogni giorno dai milioni di visitatori di Expo 2020. I rifiuti saranno raccolti nella nuova centrale di smaltimento di 5000 mq a Dubai South, che smaltirà le 173 tonnellate di rifiuti che si stima vengano prodotte ogni giorno dai visitatori.  I rifiuti riciclabili come plastica, carta e vetro saranno raccolti dai bidoni di Expo e portati alla nuova centrale di smaltimento. I rifiuti organici saranno lavorati sul posto e trasformati in compost, da riutilizzare negli spazi verdi di Expo. Delle 173 tonnellate di rifiuti raccolte giornalmente, si prevede che il 39% sarà riciclabile, il 48% sarà  costituito da rifiuti organici e il 13% da rifiuti indifferenziati. Circa 147 tonnellate saranno riciclate e trasformate in nuovi prodotti in una centrale già attiva a Ras Al Khor: - La plastica sarà trasformata in sacchetti e riciclata; - La polpa di cellulosa verrà utilizzata per produrre portabicchieri, confezioni per uova, vasetti per semi e contenitori per alimenti; -Il vetro sarà trasformato in ciotole, lampadine, candelabri, vassoi e sottobicchieri. L’obiettivo è quello di evitare che l’85% dei rifiuti finisca in discarica.